Il Bar

Leggi tutti i nostri articoli inerenti al retro gaming, agli indie game e tanto altro ancora. Se ti va spediscici i tuoi, li pubblicheremo, perché le chiacchere da bar sono più divertenti in compagnia!

Espresso News

Tutte le news che gli altri siti non ti dicono. Vuoi scoprire se escono ancora giochi per il tuo Mega Drive? Oppure vuoi conoscere qualche remake passato in sordina? Sei nel posto giusto!

La via speciale

Una raccolta con tutti i nostri speciali per riscopire grandi titoli del passato e ritrovare titoli di nicchia. indie e da quello commerciale.

Lo scrigno

La nostra sezione download con tantissimi link per scaricare giochi, programmi e materiale di vario genere in licenza Freeware o Opensource, legalmente rilasciati dai loro autori.

La fabbrica

Segui, supporta e interagisci con i nostri progetti in cantiere o del passato, entra nel vivo dei giochi indie della SEEP!

22 dic 2014

Merry Christmas by SEEP – Ecco per voi il nostro regalo: “Fighting Street Hack Boss”!

image
Ma a voi questo Sagat con il cappello da Babbo Natale e lo sguardo truce non vi fa un pochetto paura?
In ogni caso ci introduce benissimo a questo post, dove vi auguriamo un buon Natale e... questa volta vogliamo farlo in modo speciale, rilasciando una “hack mod” di Fighting Street (il nostro tributo al primo Street Fighter, se siete capitati qui per caso ecco il link per sapere tutto: http://seeproduction.blogspot.com/2013/03/fighting-street.html ) per ringraziarvi del vostro affetto che ci dimostrate da ormai più di 7 anni!
image
La mod in questione si tratta di Fighting Street Hack Boss, un gioco completo, che a differenza dell’originale, permette di giocare nei panni di tutti i boss non utilizzabili del primo indimenticabile capitolo della saga Capcom!
Abbiamo realizzato questa versione alternativa dopo che molti utenti ci chiedevano di rendere giocabili anche i boss.
Abbiamo voluto fare di più, così ecco a voi un nuovo Arcade Mode, con stage esclusivi e tutti i personaggi del “vecchio” Fighting Street ora diventati temibili boss da affrontare.
Inoltre abbiamo implementato l’ “extreme juggle system” per sbizzarrirvi in più combo e l’introduzione di una modalità esclusiva: il Survival Mode.
image
Sperando sia di vostro gradimento vi auguriamo nuovamente Buon Natale e felice anno nuovo lasciandovi al download di Fighting Street Hack Boss.
Noi ci vediamo l’anno prossimo con tantissime altre novità.  
Auguri di cuore da SEEP!

Pubblicità:

19 dic 2014

Eden Glosbe – Un’avventura a capitoli tutto italiano dallo sviluppatore di Our Hero!

image
Gli appassionati di RPG e di progetti made in Italy ricorderanno sicuramente Our Hero! (clicca qui per leggere l’articolo completo), gioco di ruolo d’azione creato da Ste’s Project, uno dei più talentuosi sviluppatore dedito al famoso tool RPG Maker VX Ace.
Oggi, dopo ben tre capitoli e uno spin off “all english” di Our Hero!, torna sulle scene proponendo una nuova storia inedita, a suo volere suddivisa in vari capitoli che saranno rilasciati man mano e avranno una durata molto breve, in modo da essere distribuiti in poco tempo e mirati ad una più vasta schiera di videogiocatori.
 image
Eden Glosbe è il titolo di questa nuova avventura che narra le vicende di due fratelli, Sten e Nolan. Entrambi sono convinti di trovare l'Eden Glosbe. Cos’è? E chi lo sa, a dire il vero non lo sanno neanche i due protagonisti ma cercheranno di rendere vera una leggenda che si narra da tempo, di un viaggiatore chiamato Aaron Zeno Blanco, il quale affrontò diverse insidie con successo riuscendo ad ottenere questo famigerato Eden Glosbe.
Nonostante i toni leggeri il nuovo lavoro di Ste’s Project appare decisamente più maturo della precedente trilogia di Our Hero!, riuscendo a combinare alla perfezione umorismo e avventura con un tocco di inedita profondità, quasi sussurrata ma captabile fin dai primi dialoghi. Qui i due protagonisti hanno dei sogni. delle speranze e una loro morale, capace di renderli mai banali o scontati, nonostante la loro perenne testa fra le nuvole.
 imageimage
Il gameplay è poi davvero interessante, nonostante sia abbastanza lineare (riassumibile così: esplorazione, enigmi, battaglie) offre un ritmo serrato. Ma il punto forte è decisamente la possibilità di usare Sten e Nolan contemporaneamente, ognuno con le proprie abilità in grado di arrivare dove l’altro non riesce (ad esempio spingendo massi, arrampicandosi o saltando).
Gli scontri sono un mix tra tempo reale e turni; scordatevi statistiche o laute ricompense, accontentatevi di sferrare “combo” a più non posso, dove solo la vostra bravura nel pigiare i bottoni più velocemente possibile vi permetterà di avere la meglio sui nemici.
image
Questo primo episodio di Eden Glosbe promette davvero bene, non vi rimane che scaricarlo e immergervi in questa storia a metà strada tra un romanzo di altri tempi e un adventure, arricchito con una spolverata di features da gioco di ruolo e puzzle.
Consigliatissimo, vi terremo aggiornati anche sui prossimi capitoli!
 
DOWNLOAD Eden Glosbe (dal sito dell’autore, in italiano)
Prova anche: Our Hero!
Pubblicità:

18 dic 2014

DaXX – Tributi musicali ai grandi grandi classici del passato (retrogaming music)

image
Bert Brüggemann (Aka Daxx) è nato nel 1976 in Germania, fin dalla tenera età di 6 anni si è dilettato con musica e videogame, i suoi primi sistemi di gioco sono stati il Commodore 64 e l’Amiga. Proprio da questi due hardware nasce la sua passione di omaggiare e ricreare in maniera del tutto moderna e ri-arrangiata temi di grandi giochi del passato come OutRun, Golden Axe, Shadow of the Beast, Commando e tanti al videogiochi del passato.
Potete ascoltare le sue creazioni dal suo sito ufficiale oppure su Youtube.
Noi per questo articolo abbiamo scelto il rifacimento del motivetto di OutRun, il vostro preferito qual è?
Pubblicità:


Sito ufficiale di DaXX (in inglese)
Fonte: Indie Retro News

16 dic 2014

Speciale Wizard Fire – Un “mangia monete” con cui passare un pomeriggio d’inverno!

image 
Nonostante il Mame nel lontano 1992 fosse ancora un miraggio, è indubbio che, anacronisticamente, Wizard Fire è un gioco sicuramente più godibile oggi che allora. L’action game della Data East, con tinte da shooter e beat em up, infatti può essere messo nella categoria di quei titoli da sala giochi impossibili da giocare se non sborsando una quantità di gettoni da far invidia a zio Paperone.
Inutile dire che il tasto virtuale “coins” ha permesso a qualche titolo di essere riscoperto, e addirittura gradito, nonostante un gameplay dall’alta difficoltà (al limite della frode). Wizard Fire è uno di quello.
image image
Il gioco non si presenta male, oltre ad una bella grafica 2D con visuale a volo d’uccello, fatta di sprites relativamente grossi e ricca di effetti visivi; la Data East propone schermate in stile anime, vicine a quelle che si possono ammirare in certi giochi del PC Engine o del SEGA Mega CD (con le dovute distanze, visto le architetture completamente differenti dei sistemi), con tanto di doppiaggio e voce narrante.
Qualcosa di inusuale per un gioco arcade del 92, il quale dimostra un certo impegno da parte degli sviluppatori, almeno sul versante tecnico, nonostante qualche animazione non brilli certamente, anzi, apparendo particolarmente legnose. Non un grosso problema costatando il fatto che WIzard Fire punta molto sulla frenesia. Tra attacchi magici, nemici da sconfiggere, trappole da schivare e fendenti, sarà davvero dura concentrarsi solo sulla parte estetica.
image 
Il titolo propone di affrontare l’avventura sia ad un giocatore che in cooperativa con un amico, offendo ben cinque personaggi selezionabili:
image
image
image
image
image
Ognuno dei quali ha le proprie caratteristiche e il proprio potere magico e potrà essere equipaggiato anche con oggetti speciali, recuperabili durante l’esplorazione delle mappe. Un’idea davvero interessante, peccato che il tutto sia vanificato da un level design piatto, dalla difficoltà estenuante e dal respawning di nemici al limite di ogni umana sopportazione.
L’azione verrà così ridotta ad una continua pressione del tasto azione. Tattica oggi percorribile proprio grazie ai crediti infiniti, ma una volta non era certo così gratificante spendere 500 delle care vecchie lire per morire tre secondi dopo.
image image
Ma aspettate, non vorrei essere frainteso. Qui non stiamo parlando di un capolavoro come Toki, Metal Slug o di un Final Fight, con un livelo di sfida bastardo ma capace di mettere alla prova il giocatore e migliorarlo. Wizard Fire propone solo una concentrazione di nemici ed eventi sfavorevoli al giocatore, dove il tutto sembra manovrato dal caos e dal dogma assoluto del: “rubagli un altro gettone, rubagli un altro gettone, rubagli un altro gettone”.
Grazie al Mame si può anche rivalorizzare, e detto tra noi, per una partitina in coop senza pensieri è più che gradevole, anche solo per farsi qualche risata sulle varie ingenuità tipiche delle produzioni anni 90. Ma non aspettatevi un capolavoro.
Se non avete di meglio da fare preparatevi una tazza di te e qualche biscotto, potrebbe rallegrarvi un pomeriggio d’inverno.

Pubblicità:

15 dic 2014

Reign of Blades – Un indie game freeware tutto incentrato sul combattimento!

image
Reign of Blades è un action game sviluppato con UDK da Fowl Play Games, un gruppo di tredici studenti di SMU Guildhall. In questa avventura il giocatore assume il ruolo di una principessa con lo scopo di riportare l’ordine nella sua terra. Le battaglie si svolgono in un mondo fantasy, dallo stile orientale, attraverso un castello fluttuante chiamato Gilded Empress.
Giocabilità e narrazione non sono particolarmente innovativi, Reign of Blades riesce però a farsi apprezzare per un gameplay intuitivo e molto vicino ai videogiochi arcade, nonostante sia dichiarato come hack and slash. A parte la visuale a volo d’uccello e concetti standard come magia e attacchi, ben poco ha da spartire con titoli del calibro di Diablo o Sacred, puntando tutto nell’azione e rinnegando completamente la parte ruolistica.
image
Grazie al supporto del joypad Xbox, Reign of Blades garantisce un pieno ed efficace controllo della nostra eroina. Lo scopo basilare di ogni stage è quello di sconfiggere orde di nemici e distruggere trappole fino alla sfida contro un boss. Per aiutarci in questo randellamento senza fine troveremo sparse per le varie mappe elmetti capaci di modificare l’intero set di attacchi e magie della giovane principessa. Questi power up inoltre cambieranno le statistiche della stessa, rendendola più veloce ma meno potente, viceversa oppure più dedita alla magia. Un’idea classica ma sempre efficace per spezzare la monotonia generale tipica del genere proposto da Reign of Blades.
Se vi piacciono i giochi d’azione semplici, valorizzati da una grafica 3D di buon livello e avete tempo di scaricare 1GB, allora questo titolo potrebbe davvero rivelarsi molto interessante, inoltre è completamente freeware.
DOWNLOAD Reign of Blades (tramite GameJolt, gioco in inglese)
Pubblicità:

13 dic 2014

Golden Axe Genesis 3.0 – Torna il nostro fan game, ancora più brutale e divertente!

 image
Il tre sembra proprio un numero favorevole per il nostro fan game tributo alla leggendaria saga di Golden Axe. Tre sono i giochi che racchiude al suo interno, tre sono le versioni rilasciate. E infine il numero magico torna con questo aggiornamento definitivo che consente a Golden Axe Genesis di girare su OpenBor 3 e garantire così nuove migliorie.
Avete già giocato Golden Axe Genesis? Bene, preparatevi allora a rigiocarlo in una versione restaurata, dove abbiamo seguito i consigli degli utenti per migliorarlo notevolmente.
image
Abbiamo completamente ricalibrato il gameplay, incrementando notevolmente la velocità di gioco. Anche l’esecuzione delle mosse appare meno macchinosa rendendo il tutto ancora più godibile rispetto alla versione precedente. Ma il lavoro più massiccio è stato quello di aggiustare tutti i piccoli errori di collisioni e del fissaggio dei personaggi.
Il risultato finale è davvero soddisfacente, Golden Axe Genesis ora appare come un beat em up snello, dalla giocabilità estremamente arcade, capace di differenziarsi dai titoli originali regalando una giocabilità frenetica, mantenendo però tutto il feeling della storica saga della SEGA.
image 
Ovviamente non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione per implementare qualche miglioramento grafico. Così oltre ad aggiustare alcune palette e l’inserimento di nuovi nemici, abbiamo aggiunto vari effetti atmosferici negli stage, i quali sono riusciti a spezzare la monotonia generale che affliggeva la vecchia versione.
Adesso non mancano nemmeno gli effetti di luce ed ombre, ad esempio quando entrerete in una caverna vi ritroverete al buio con solo qualche raro fascio di luce, migliorando notevolmente la profondità di questi livelli.
E per finire ora potrete settare tutte le impostazioni video presenti nell’engine OpenBor, quindi cambiare risoluzione, impostare filtri alternativi e configurare facilmente qualsiasi joypad a vostra disposizione.
image
Per il resto Golden Axe Genesis mantiene tutti i suoi punti forti capaci di differenziarlo da un comune fan game dedicato a questo favoloso picchiaduro a scorrimento d’annata. Infatti rimane per voi amanti del gore (sappiamo che lo siete) le mutilazioni, meglio conosciute come Fatality, ma anche le varie strade percorribili, quattro finali differenti, mosse speciali a personaggio, magie devastanti, monete da collezionare, tutti i guerrieri della trilogia per Mega Drive, una modalità per rivivere il primo capitolo e un rinnovato The Duel… insomma, se siete appassionati di Golden Axe non potete non provarlo! Buon download!
 
Se ti è piaciuto il nostro lavoro ricorda che puoi supportare SEEP con una donazione:
Pubblicità:

12 dic 2014

The King of Fighters 98 Ultimate Match Final Edition - Disponibile su Steam uno dei migliori picchiaduro di sempre!

image
The King of Fighters 98 è senza ombra di dubbio uno dei capitoli più popolari dell’intera saga di SNK. Il merito è dato da un gioco di combattimento calibrato, veloce, tecnico, ricco di personaggi e mosse speciali. Dopo averlo proposto in versione aggiornata su Play Station 2 qualche anno fa, oggi ritorna in una veste ulteriormente arricchita da nuove features su Steam.
Finalmente anche i possessori di PC possono godersi questo picchiaduro ad incontri immortale!
image image
The King of Fighters 98 Ultimate Match Final Edition offre al giocatore tutte le migliorie viste sulla versione della console 128 Sony (ovvero: nuovi personaggi, animazioni, mosse, modalità di gioco e finali) più alcune esclusive aggiunte. Ad esempio è possibile notare un leggero upgrade grafico, soprattutto per quello che concerne gli stage, ora realizzati in una migliore grafica 3D, oltre a proporne di esclusivi.
Ma non solo, anche il netcode è migliorato e ora dispone di nuovi settaggi e modalità.
E se proprio siete dei puristi ricordate che questa versione riveduta di The King of Fighters 98 include anche l’originale Neo Geo. Insomma, praticamente imperdibile per tutti i fans SNK.
The King of Fighters 98 su Steam (prezzo ordinario: 14,99 euro)
Pubblicità:

11 dic 2014

Diablo 1 HD MOD Belzebub – Un grande classico in alta definizione grazie ad una patch!

image
E’ ancora pieno di giocatori disposti a ripercorrere le avventure del primo e indimenticabile Diablo, perché allora non farlo da subito, e in HD?
Questa patch da il ben servito a tutti. Non solo si limita a farci giocare in alta risoluzione l’hack and slash più famoso del globo, ma permette anche di godere di non indifferenti nuove features, come ad esempio la possibilità di selezionare più classi e l’aumento di oggetti disponibili.
In più, per chi avesse avuto problemi di compatibilità con i nuovi Windows, questa patch permette di giocarlo anche sui computer più recenti.
Ogni scusa per giocare a Diablo è buona, ma questa è davvero ghiotta, quindi preparatevi al download e al massacro di orde di bestie senza cervello. Il divertimento è assicurato, ancora una vota!
image image

Caratteristiche Diablo HD MOD:


  • Supporto alta definizione.
  • Compatibile con le nuove versioni di Windows.
  • Interfaccia migliorata.
  • Nuove classi: barbaro e assassino.
  • Tutte le quest originali disponibili.
  • Quattro livelli di difficoltà per la modalità single player.
  • Nuove locations.
  • Nuovi boss generati a random.
  • Nuove magie.
  • Nuove abilità personaggio.
  • Nuovi oggetti.
  • 204 oggetti unici.
  • Nuove armi e armature.
  • Crafting aggiornato.
  •   
    Video gameplay di Diablo 1 MOD HD

  • Pubblicità:

    09 dic 2014

    Art of Fighting VS Fatal Fury – Un crossover targato Mugen per gli appassionati di SNK!

    image
    Come sapete, già da un po’ di tempo, ci divertiamo a scovare e recuperiamo giochi del Mugen abbandonati (qui potete giocare a Super Street Fighter II X Grand Master Challenge, mentre qui a Fatal Fury Special Mugen), oggi vogliamo presentarvi un altro titolo di alto livello, si tratta di Art of Fighting vs Fatal Fury.
    Si tratta di un picchiaduro ad incontri davvero di buon livello, non potrà non entusiasmare i fans delle famose saghe nate su Neo Geo e diventate con gli anni delle pietre miliari del genere.
    image
    Questo Mugen si fa subito notare per una grafica davvero curata, ogni singolo personaggio riprende lo stile “fumettoso” del famoso crossover Capcom vs SNK, regalando così un impatto visivo notevole e fresco.
    Le animazioni appaiono fluide e gli stage sono un mix dei più celebri tratti da Fatal Fury, Art of Fighting e anche The King of Fighters; ognuno di essi è anche accompagnato da un motivo musicale diverso, anche qui l’effetto nostalgia si fa sentire prepotentemente per la gioia di tutti noi amanti dei picchiaduro anni 90!
    image   image
    Ma si sa, la prova del nove in un gioco realizzato con il Mugen è il bilanciamento dei personaggi, requisito da soddisfare al meglio per avere un fighting game degno di tale nome. Partiamo subito con il dire che Art of Fighting vs Fatal Fury non è uno di quei giochi amatoriali fatto da selezioni con numeri di personaggi infiniti.
    Certo, non mancano i vecchie conoscenze come Terry Bogard, Geese Howard, Ryo Sakazaki, Robert Garcia, Mai Shiranui, Eiji Kisaragi e compagnia bella, ma il numero è un modesto 22 (più qualche sorpresa speciale). La cosa sinceramente non dispiace neanche un po’ visto che un numero ridotto di lottatori garantisce a questo progetto un buon bilanciamento tra di loro, rendendo ogni personaggio competitivo e completo.
    image
    Soprattutto in modalità due giocatori questo picchiaduro riesce a dare il massimo divertimento (peccato non esista un Mugen con modalità online…), rendendolo praticamente infinito.
    Bè, inutile andare oltre, tra l’altro Art of Fighting vs Fatal Fury si presenta da solo e non ha certo bisogno di spronarvi per essere giocato. Fans delle due saghe nate su Neo Geo: avete trovato pane per i vostri denti! Buon download!
    image image
    Caratteristiche del gioco:
    • 22 personaggi selezionabili.
    • Un personaggio nascosto e 4 versioni alternative.
    • Sfide a più giocatori.
    • Modalità versus, survival, drammatic battle e team.
    • Stupenda grafica in stile Capcom vs SNK.
    • Soundtrack arrangiata.
    • Un sacco di scenari da scoprire.
    • Set di mosse originali comprese le Hyper Moves.
    • Tutta la magia dei personaggi SNK.
     
    Scaricalo adesso:
    Gioca anche a:
    Pubblicità:

    07 dic 2014

    Arcade Workshop, Day 7 of 7 – Gran finale!

    image
    Siamo arrivati al capolinea. Dopo aver messo il plexiglass come protezione al monitor, dopo aver finito le decorazioni e ridato una terza passata di giallo ai bordi; finalmente il nostro mini cabinato è completo.
    Qui scriveremo le nostre considerazioni finali e faremo un riepilogo di quanto abbiamo speso per realizzarlo.
    Inoltre abbiamo realizzato un video che riassume tutta la nostra settimana, in pochi minuti vedrete tutto l’arcade workshop!
    image image
    Considerazioni e “scontrino” finale:
    Visto il breve tempo per costruirlo e il budget volutamente ridotto il risultato finale è soddisfacente. Certo, qualche imperfezione c’è e necessiterebbe ancora di qualche ritocchino (tipo stirare meglio la carta adesiva, argh), ma come primo esperimento e per la sua natura low cost, si poteva fare poco di più.
    E poi… giocare in questa maniera è davvero una goduria, il Crash Bandicoot sulle foto parla da sé! ;)

    Ora vediamo un resoconto di quanto è costato il tutto:

    1 PC – prezzo - 0 euro (recuperato da un amico)
    1 Monitor – prezzo - 23 euro
    1 Arcade stick – prezzo - 35 euro (+10 spedizione preso da Ebay)
    3 Compensato di pioppo 80x60x1 - prezzo:18,45 euro
    1 Compensato di pioppo 80x60x0,5 - prezzo:3,90 euro 
    1 Tavola di plexiglas -  prezzo: 3,50 euro
    2 Rotoli di carta adesiva nera/rossa - prezzo: 2 euro
    Viti cerniere e staffe ad L - prezzo: 4 euro
    1 Casse per pc - prezzo:     0 euro (vecchie casse recuperate)
    1 Ciabatta elettrica - prezzo: 0 euro (recuperata in casa)
    1 vernice gialla - prezzo: 3 euro 
    TOTALE: 102,85 euro
    image image
    E per finire alla grande abbiamo realizzato un breve video che riprende tutte le fasi salienti di questo workshop.
    Alla fine della fiera è stata davvero una bella esperienza e consigliamo di farla a tutti i retro gamer!
    Pubblicità:

    06 dic 2014

    Arcade Workshop, Day 6 of 7 – The Arcade Machine!

    image
    E siamo arrivati alla penultima puntata di questa avventura. Cosa dire? E' davvero volata questa settimana, ma nonostante tutto siamo riusciti a realizzare il progetto entro i limiti stabili e a pubblicare in tempo "quasi" reale ogni lavoro.
    Ma poche chiacchere, in questo post parleremo della parte software. Ovvero andremo ad analizzare il potenziale del nostro mini cabinato.
    image
    Gli emulatori in grado di far girare dalla nostra arcade machine spaziano dall’era 8 bit fino a quella 32. Qui la lista completa:
    • NES
    • SNES
    • Game Boy
    • Game Boy Advance
    • Nintendo 64
    • Sega Master System
    • Sega Mega Drive
    • Sega 32X
    • Sega CD (Mega CD)
    • Sega Saturn
    • Sony Play Station
    • PC Engine
    • Neo Geo CD
    • Neo Geo Pocket
    Tutti gli emulatori di queste console girano alla perfezione. Inoltre abbiamo provato l’immancabile MAME e Model 2 per i videogiochi arcade, il risultato è stato più che buono, gestendo ottimamente anche i giochi “più recenti” con grafica 3D. Ma la cosa era scontata, o se no di quale cabinato stavamo parlando? :D
    image 
    image image
    Inoltre abbiamo, ovviamente, inserito anche i nostri giochi creati con OpenBOR. Non dimenticando il nostro ultimo apprezzatissimo gioco: SEEP World. Se vuoi anche tu giocare ai nostri titoli ti basta visitare il nostro blog ufficiale: http://seeproduction.blogspot.it/ , tutti scaricabili gratuitamente sul vostro PC.
    E’ inutile sottolineare che giocare in questa maniera, ovvero con un piccolo cabinato, ai propri giochi è stata una soddisfazione incredibile, al limite della lacrimuccia.
    image  image
    Ok, testato anche il software siamo ad un passo dalla fine. Ci mancano solo qualche piccolo ritocco e il lavoro sarà finito. In questo caso la canzone del giorno non può non essere l’immancabile The Final Countdown degli Europe, immancabile per il conto alla rovescia.
    A domani per l’ultima puntata!

    Pubblicità: